Beach Rugby Polo Est 3.0

24 Giugno

ISCRIVI LA TUA SQUADRA
  • Presentazione
  • Programma
  • Regolamento Tecnico
  • Allegati Informativi
  • Visualizza Mappa
  • La location
  • Richiesta Informazioni
  • ISCRIVI LA TUA SQUADRA
Tappa del Campionato Italiano di Beach Rugby

Il 24 Giugno 2017 al Polo Est 3.0 va in scena una tappa del Campionato Italiano di Beach Rugby della Riviera Romagnola, grazie alla collaborazione con la Lega Italiana Beach Rugby, Polo Est 3.0, Kiklos e Rimini Rugby.
Tappa del circuito Nazionale, il torneo vedrà affrontarsi squadre seniores Femminili e Maschili provenienti da tutta Italia per guadagnarsi il titolo e punti per accedere al master finale.
Il torneo ambientato nella bellissima Bellaria Igea Marina, a pochi km da Rimini, si disputerà dakke 9.00 alle 18.00 circa.
Sport, spettacolo, fair play e terzo tempo...

Posti disponibili squadre maschili: più di 12
Posti disponibili squadre femminili: 12


Il torneo si disputerà dalle 9.00 alle 18.00.
E poi l'immancabile terzo tempo, ma soprattutto per mantenere alto l'onore della Romagna e la famosa ospitalità, è previsto in serata un 4° tempo all'insegna della musica e del divertimento...
REGOLAMENTO LEGA ITALIANA BEACH RUGBY 2017

Di seguito vengono elencati alcuni punti del regolamento 2017, si invitano le squadre a scaricare l'intero documento dall'area ALLEGATI INFORMATIVI.

1 REGOLAMENTO DI GIOCO
1.1 II campo di gioco ha le seguenti misure: lunghezza 31 metri (tolleranza +/- 1 mt.) comprensivi delle aree di meta di 3 metri ciascuna, ed una larghezza di 25 metri (tolleranza +/- 1 mt.).

1.2 Ciascuna squadra è formata da 5 giocatori che iniziano l'incontro, più i giocatori di riserva in un numero massimo di 7 che potranno entrare ed uscire dal campo più volte nella stessa partita senza l'autorizzazione dell'arbitro ma solo a gioco fermo; l'ingresso in campo dei giocatori potrà avvenire esclusivamente a centro campo (tolleranza +/- 1 mt.), mentre l’uscita potrà avvenire in qualsiasi punto.
Nel caso in cui l’arbitro si accorgesse che una squadra è in campo con più di 5 giocatori, interromperà il gioco; il gioco riprenderà con una punizione contro la squadra in campo con più di 5 giocatori.
Inoltre l’arbitro potrà annullare gli effetti dell’azione precedente all’interruzione del gioco, a meno che la squadra in inferiorità numerica non abbia conseguito un vantaggio (Esempio A: viene segnata una meta e la squadra in difesa ha 6 giocatori in campo la meta viene assegnata. Esempio B: viene segnata una meta e la squadra in attacco ha 6 giocatori in campo la meta viene annullata).

1.3 Durante la partita solo il capitano potrà parlare con l’arbitro per chiedere spiegazioni o per segnalare gravi irregolarità (es. sesto giocatore avversario in campo), e lo potrà fare solo a gioco fermo.

1.4 La meta vale un punto e non si effettuano calci di trasformazione.

1.5 Il giocatore che entra con il pallone in area di meta avversaria deve segnare la meta entro 3 secondi, altrimenti si riprenderà con un calcio libero per la squadra in difesa da battere a 5metri dalla linea di meta.

1.6 Il pallone deve essere lasciato nel punto esatto in cui avviene la segnatura. Eventuali allontanamenti del pallone dal punto di segnatura, da parte di chi la esegue o da parte dei suoi compagni di squadra, sarà punita con il cartellino giallo.

1.7 Si gioca con palla n. 4.

1.8 E’ vietato calciare la palla al volo.

1.9 Sono eliminate le touche e le mischie ordinate, il gioco riprende sempre con un calcio libero.

1.10 Quando il portatore del pallone viene preso da un avversario, a meno che ciò non influisca in maniera determinante rallentandone vistosamente la corsa nel suo avanzamento, dovrà immediatamente mettere a disposizione il pallone entro 2 secondi dal conto dell’arbitro; se entro circa 2 secondi dall’inizio della fase statica, o comunque dal conto dell’arbitro, il pallone non è libero di essere giocato, perderà il suo possesso (turn over) con un calcio libero assegnato alla squadra in difesa. I 2 secondi vanno contati anche in caso di formazione di raggruppamento a terra (ruck).

1.11 Dopo la segnatura di una meta, il pallone verrà giocato alla mano, dal centro del campo (in un cerchio ideale di raggio circa 5mt.), mediante calcio libero dalla squadra che ha subito la meta, in maniera veloce solo dal giocatore che recupera il pallone in area di meta; in tutti gli altri casi chi riprende il gioco dovrà attendere il ripiazzamento della squadra avversaria.

1.12 In tutte le situazioni di ripresa del gioco la squadra non in possesso del pallone dovrà posizionarsi a non meno di 5mt. dal punto di ripresa del gioco. II non rispetto della distanza sarà sanzionato dall'arbitro con un calcio libero spostato 5 metri in avanti rispetto al precedente punto di ripresa del gioco.


1.13 I tempi di una partita sono due della durata di 5 minuti ciascuno con 3 minuti d'intervallo; ciascuna squadra può richiedere, durante l'incontro, un solo time out di 30 secondi, solo quando è in possesso di palla. Durante il time out il tempo effettivo di gioco viene fermato dall'arbitro.

1.14 Nel caso in cui una partita, al termine dei tempi regolamentari, si concluda in parità si giocherà un terzo tempo supplementare senza limite di durata e con la regola della sudden death (morte improvvisa): la squadra che segna per prima vince l’incontro. Prima di tale tempo supplementare si effettuerà un sorteggio per stabilire a quale squadra sarà assegnato il possesso di palla per iniziare il gioco.

1.15 In caso di squadre a pari punti nei gironi di qualificazione, ai fini della classifica finale del girone si terrà conto del numero di mete segnate; in caso di ulteriore parità si calcolerà la differenza fra mete segnate e mete subite; persistendo la situazione di parità verrà preferita la squadra più giovane (somma degli anni di nascita dei giocatori iscritti ad elenco diviso 12).

1.16 Le maglie dei giocatori dovranno essere di tessuto resistente e con maniche, NON T-SHIRT e recare sul retro dei numeri o nomi di riconoscimento dei singoli giocatori. Le maglie saranno omologate all'inizio del torneo dalla Commissione Tecnica formata dall'Organizzatore del torneo (o suo referente), dal rappresentante L.I.B.R. e da un arbitro. Tale procedura sarà ripetuta ad ogni torneo, anche se la maglia fosse già stata giudicata idonea in un torneo precedente.

1.17 Per tutte le regole non previste dal presente regolamento, si rimanda alla vigente normativa della Federazione Italiana Rugby (F.I.R.).

1.18 L'UFFICIALE DI GARA
L'arbitro effettua il sorteggio ed il capitano vincente può scegliere:
- se giocare per primo la palla battendo il calcio d'invio o
- la metà campo in cui schierare la sua squadra.

L'operato dell'arbitro è incontestabile.

L'arbitro si occupa:
- del tempo di gioco
- del punteggio.

L'arbitro può modificare una sua decisione, solo in seguito ad una segnalazione da parte di un giudice di linea ufficiale.

L'arbitro può usare il fischietto per fermare il gioco, in ogni momento, per indicare una segnatura, un annullato o un'infrazione.

Al portatore del pallone, così come al pallone, non è consentito di urtare l'arbitro. Se il portatore del pallone, oppure il pallone, urtano l'arbitro in campo di gioco, l'arbitro assegnerà un calcio libero in favore del portatore del pallone o in favore di colui che ha colpito l'arbitro passando il pallone.

Se la stessa azione capita in area di meta, l'arbitro assegnerà una meta o un annullato, sul punto del contatto, a seconda se il contatto è avvenuto da parte di un attaccante o un difensore.


2 AFFILIAZIONI CLUB, TESSERAMENTI e NULLA OSTA
2.1 Le squadre partecipanti al Campionato Italiano di Beach Rugby devono essere Club regolarmente affiliati alla F.I.R. per il settore seniores (non sono accettati club affiliati ai settori minirugby o old).

2.2 I giocatori partecipanti ai tornei devono essere maggiorenni e regolarmente tesserati con la F.I.R.; in deroga al regolamento L.I.B.R. ed in accordo con la F.I.R. saranno ammesse alle gare del Campionato Italiano di Beach Rugby, per la sola categoria femminile, le atlete minorenni che producano, oltre al nulla osta rilasciato dal Presidente della Società di appartenenza, anche l'autorizzazione in originale rilasciata da chi esercità la potestà genitoriale, precedentemente inviata al Giudice Sportivo di competenza. Squadre formate da tesserati della categoria "Old" potranno giocare tra loro e non in tornei contro squadre seniores, formate cioè da giocatori compresi dai 18 ai 42 anni di età. Tutti gli atleti che partecipano ai tornei L.I.B.R. devono, all'atto del riconoscimento da parte dell'arbitro e/o addetto all'arbitro, presentare copia (anche fotostatica) del cartellino e del nulla-osta del proprio Club di appartenenza a partecipare al Campionato di Beach Rugby con la propria squadra.

3.3 Il foglio gara deve essere intestato al Club di appartenenza affiliato alla F.I.R., in seconda battuta potrà contenere l'eventuale nominativo della squadra (es: Ass. RUGBY GORIZIA "Le Granseole").

3.4 Se un giocatore è tesserato con un Club diverso da quello con cui intende partecipare al Campionato di Beach Rugby, deve presentare, all'atto del riconoscimento, unitamente alla documentazione di cui sopra, un regolare nulla-osta del suo Club di appartenenza a partecipare al Campionato di Beach Rugby nelle file della squadra iscritta.

3.5 I giocatori devono presentare idoneo documento di riconoscimento (secondo le disposizioni regolamentari definite nella Circolare Informativa F.I.R. dell'anno in corso).

3.6 Il riconoscimento dei giocatori e la verifica della regolarità dei cartellini saranno effettuati dall'arbitro F.I.R. coadiuvato da un "Responsabile Addetto all'Arbitro" (che potrà essere il Coordinatore del Comitato, l'Organizzatore di Tappa oppure un suo incaricato), il quale prenderà in consegna tutta la documentazione (secondo disposizioni regolamentari definite nella circolare informativa F.I.R. valida per la stagione in corso) prima dell'inizio del torneo, insieme al foglio gara scaricabile dal sito internet www.beachrugby.it; i documenti di riconoscimento ed i cartellini saranno restituiti ai responsabili delle squadre al termine del torneo dopo permesso dell'arbitro.

 
Polo Est 3.0 è un villaggio ad ingresso libero, sulla spiaggia di Bellaria Igea Marina, con spazi attrezzati per gli sport, bar e palco per spettacoli.
Segui Polo Est 3.0 su Facebook




 
Richiesta Informazioni
Tutte le squadre dovranno iscriversi esclusivamente tramite il sito internet Lega Italiana Beach Rugby a questo link

Possono partecipare al Campionato Nazionale di Beach Rugby tutte le squadre italiane affiliate alla F.I.R., con giocatori regolarmente tesserati con la F.I.R. o Federazioni riconosciute dalla F.I.R., F.I.R.A. o I.R.B. ma già tesserati al Campionato invernale F.I.R. appena concluso.

Tutte le squadre partecipanti ai tornei L.I.B.R. sono tenute a presentare all'organizzatore di tappa e agli arbitri, almeno 60 minuti prima dell'inizio della tappa stessa:
- il FOGLIO GARA ("MODELLO B" scaricabile dal sito www.beachrugby.it), valido anche per la cessione dei diritti di immagine;
- i cartellini di gioco F.I.R. (o copia fotostatica);
- i nulla-osta, anche di eventuali giocatori tesserati con altre Società affiliate F.I.R.;
- i documenti di identità in corso di validità per il riconoscimento che verrà effettuato dagli arbitri incaricti prima dello svolgimento delle gare.

Il foglio gara deve essere firmato da tutti i giocatori, dall'accompagnatore e/o tecnico (regolarmente tesserati F.I.R.) e dall'arbitro.